REDAZIONE-119 ottobre 20143min0

Le best practices della gestione del candidato

La gestione del candidato fa parte di quelle attività che possono rivestire un ruolo davvero importante nel rapporto tra l’azienda e il mondo esterno, ma a cui forse spesso non si presta la dovuta attenzione.

Aziende che effettuano al loro interno il processo di selezione, società di consulenza esterne e Agenzie per il Lavoro entrano quotidianamente, attraverso molteplici canali, in contatto con candidati di ogni sorta, potenziali futuri lavoratori. Chiaramente c’è da fare una distinzione nelle tre realtà che abbiamo menzionato: le società di consulenza e le APL sono dedicate alla cura di questo iter, e fanno della gestione del candidato uno dei loro punti forza (e così dovrebbe essere per tutti i loro servizi); lato aziende, invece, si apre un mondo: le più grandi hanno un ufficio HR strutturato e magari una discreta job rotation, mentre le PMI tendono ad accentrare nelle mani di una persona le diverse funzioni del ramo Risorse Umane: e non è raro che le selezione diventi un evento eccezionale.

Gestire in maniera corretta il candidato significa gestire con professionalità tutti gli step del processo: fin dall’inserimento dell’annuncio, passando poi per il primo contatto (in seguito ad uno screening dei curricula potenzialmente idonei), per il colloquio e l’eventuale inserimento. Il salto di qualità sta nel pensare al candidato come ad un cliente interno: genera valore, e va quindi gestito come tale. Quante volte leggiamo di “lamentele” di mancati feedback che dovrebbero essere restituiti al termine di un colloquio di selezione? È buona prassi che sempre il selezionatore comunichi un feedback negativo, acquistando così punti agli occhi di una persona che magari un giorno potrebbe trasformarsi in risorsa.

La medesima attenzione merita, inoltre, chi si presenta sua sponte a chiedere informazioni circa una posizione lavorativa, a presentare la propria candidatura o ad iscriversi presso un’agenzia.

È buona norma presentarsi agli occhi del candidato come un’azienda seria e credibile: in fase di colloquio è bene che il selezionatore racconti “chi è” l’azienda, quali sono i suoi servizi e le sue prospettive. Con chiarezza, trasparenza e professionalità.

Un buon passaparola è la prima operazione di marketing.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *


*


HR LINK

Un gruppo di professionisti che operano da anni nel settore HR e mettono a disposizione con passione e competenza la propria esperienza condividendone i valori.

HR LINK il nuovo magazine per il mondo HR
Via Vincenzo Monti 79/2
20145 Milano – IT
Tel. +393357764886
Mail: info@hr-link.it
PEC: hrlinksrl@pec.it

Capitale Sociale € 30.000 i.v.
Numero REA MI 2010949
C.F. e P.I. 08224190960
C.C.I.A.A.




NEWSLETTER


CATEGORIE


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi