Best Workplace Italia 2018: le aziende da sogno, scelte dai dipendenti

American Express in vetta alla classifica Best Workplace Italia 2018 delle grandi aziende. L’indagine realizzata dal Great Place to Work Institute prende in considerazione due parametri: le valutazioni dei dipendenti sul clima aziendale e quelle degli esperti dell’Istituto sulle politiche di gestione delle risorse umane

Best workplace italia 2018

Best Workplace Italia 2018: condivisione piena delle strategie con tutti – dai manager ai dipendenti – premi e incentivi, attenzione al benessere e alla salute dei propri collaboratori. Sono queste, tra le altre, le ragioni che rendono un’azienda un luogo ideale in cui lavorare e che, quest’anno, hanno assicurato la vittoria come Best Workplace Italia 2018 ad American Express Italia.

American Express Italia, società specializzata nelle carte di credito e nei servizi finanziari, si è aggiudicata la vetta della classifica delle 14 grandi aziende dove si lavora meglio, realizzata annualmente dal Great Place to Work Institute. Al secondo posto si è posizionato il gruppo alberghiero Hilton, apprezzato dai dipendenti non solo per i benefit ma anche per le attività nel sociale, come la distribuzione di cibo ai poveri, e in terza posizione è arrivata Conte.it, azienda assicurativa del gruppo internazionale Admiral.

L’indagine 2018 ha coinvolto 109mila lavoratori in Italia e nel mondo e 127 aziende, divise per numero di dipendenti: Large companies (con più di 499 collaboratori), Medium companies (da 50 a 499 collaboratori) e Small companies (da 20 a 49 collaboratori).

Tra le medie imprese ha vinto (per il terzo anno consecutivo) la Cisco System per come ha implementato lo “smart working”, seconda è arrivata Zeta Service, per l’attenzione nei confronti delle idee e dei progetti dei suoi collaboratori e terza Mars Italia.

Tra le piccole imprese si è guadagnata il primo posto Cadence Design Systems, azienda che si occupa di IT e che, tra le altre cose, concede giorni di ferie per fare volontariato, seguita da due aziende di servizi: Volvo Servizi Finanziari e Mercedes-Benz CharterWay.

Rispetto al 2017 ciò che ha caratterizzato la classifica di quest’anno è stata soprattutto la maggiore presenza di aziende in tutto e per tutto italiane: 7 delle 14 new entry. Sintomo che si sta diffondendo anche in Italia una cultura manageriale più attenta all’innovazione e allo sviluppo del personale.

 

Ma come si decide qual è l’azienda dei sogni?

Per stilare il ranking delle migliori aziende in cui lavorare Great Place to Work ha messo a punto un sistema basato sull’incrocio di due parametri.
Innanzitutto un questionario (il Trust Index) sottoposto ai dipendenti che misura il clima aziendale, in particolare la fiducia dei collaboratori nel confronti della dirigenza, il sentimento di orgoglio per il proprio lavoro e la qualità delle relazioni tra colleghi. Il Trust Index vale 2/3 del punteggio finale.
Il restante terzo viene assegnato dalla valutazione degli esperti dell’Istituto (Culture Audit) che analizzano le politiche di gestione delle risorse umane.

Condividi questo post

Condividi Hr Link

OK