Boom dell’Hr Tech: il mercato fa 1 miliardo. Manca la People Strategy

Boom dell’Hr Tech: il mercato fa 1 miliardo. Manca la People Strategy

La digital transformation spinge gli investimenti e le risorse umane sono sulla prima linea del cambiamento del mindset aziendale. In Italia operano oltre 100 imprese, molto giovani, ma le applicazioni più innovative sono ancora poco diffuse. In molte imprese manca la people strategy: senza il coinvolgimento delle persone, il business digitale non decolla.

tavola rotonda la vivisezione del candidato
hr talk
Comitato Scientifico Hr Link

Le ultime interviste

Play
Play
Play
Play
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider
Play
Play
Play
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider
Play
PlayPause
Slider

HR Stories

Piattaforma MAAM, l’esperienza della maternità? Meglio di un master

La piattaforma Maam è nata con l’obiettivo di valorizzare le esperienze di vita, trasformandole in competenze di business e rendendo sempre più compatibili carriera e famiglia. Il progetto ha preso vita dalla startup Life Based Value e finora ha interessato diverse grandi imprese italiane e multinazionali, coinvolgendo circa 3 mila mamme e mille papà.

La chiave del lavoro 4.0? Le persone: così Bonfiglioli cavalca la digital transformation

La multinazionale familiare ha sviluppato un programma di formazione e valorizzazione per i dipendenti di tutte le età, in Italia e nelle sedi sparse nel resto del mondo. Primo obiettivo: consolidare il “one company concept” . Secondo: non lasciare indietro nessuno.

IBM scommette sul reskilling: è la scelta vincente

Nella fase di digital transformation del sistema produttivo, il lavoro di aggiornamento delle proprie competenze è fondamentale per non essere tagliati fuori dal mondo del lavoro. Ne è convinta IBM, che ha creato al proprio interno il “Career Transition Center”. Ne abbiamo parlato con Andrea Raimondi, direttore HR di Ibm Italia.

Hr Open Campus dove si forma la nuova generazione di HR manager

Hr Open Campus è un percorso formativo ideato da Challenge Network, rivolto a neolaureati under 30 interessati a lavorare nel settore risorse umane, sempre più strategico all’interno dell’organizzazione d’impresa. I percorsi di studio sono stati individuati insieme alle aziende partner, che offrono anche stage retribuiti e borse di studio per coprire i costi.

Tendenza Lamborghini: record di vendite, formazione e qualità del lavoro

La casa di Sant’Agata si conferma una delle aziende più innovative per le relazioni industriali: nell’ultimo integrativo forti novità sul work-life balance. Il 95% degli addetti converte parte del salario in permessi. Sempre più stretti i rapporti con scuole e università per attrarre talenti e formare tecnici. Il 2018 è stato l’anno record per le vendite.

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità del settore

Accetto il trattamento dei dati personali

English Pills

Migliora il tuo inglese:

3 minuti con Cristina Faita

Scopri tutte le English Pills ❯❯

Articoli più letti

Formazione professioanle

Il paradosso della formazione professionale italiana

Siamo ancora indietro rispetto all’Europa, ma la particolarità è che le persone maggiormente disposte a seguire percorsi di formazione sono quelle che hanno maggiori competenze o titoli di studio elevati. C’è maggiore coinvolgimento nelle regioni del Nord, rispetto a quelle meridionali. L’Italia è in crescita, ma ancora indietro rispetto alla media UE.

corporate family responsability

Corporate family responsibility, un premio e un indice per l’impresa pro famiglia

L’indicatore ideato dalla Fabbrica per l’Eccellenza della Compagnia delle Opere con l’obiettivo di farlo diventare un benchmark di riferimento pubblico per stimolare iniziative di work life balance. L’Italia è indietro rispetto all’Europa soprattutto per ritardi di natura culturale. Il primo riconoscimento è stato assegnato a Ici Caldaie.

retribuzione variabile

Retribuzione variabile, alle piccole imprese piace il welfare

La fotografia del “premio di risultato” scattata OD&M Consulting: uno strumento diffuso soprattutto nelle grandi aziende, che vale in media tra i 1.000 e 1.500 euro l’anno. Le agevolazioni per il welfare e l’allargamento dei servizi detassabili piacciono soprattutto alle pmi. “Nelle imprese si sta diffondendo una cultura organizzativa nuova, orientata al benessere e al coinvolgimento”.

Linkedin Hr Link

Ultime News

Ricerca per topics