Welfare

Home Welfare
Bando RiParto, meno di un mese alla scadenza dei finanziamenti per agevolare il rientro al lavoro delle neo-mamme

Bando RiParto, meno di un mese alla scadenza dei finanziamenti per agevolare il rientro al lavoro delle neo-mamme

C'è tempo fino al 5 settembre 2022 per inoltrare la domanda di finanziamento e accedere ai fondi del Bando RiParto, un’iniziativa nata per promuovere il ritorno al lavoro delle lavoratrici madri dopo l’esperienza del parto. L’agevolazione è rivolta alle imprese, consorzi e gruppi di società collegate o controllate, per un importo complessivo di 50 milioni di euro.
Accanto alla domanda di finanziamento, l’impresa deve proporre il progetto finanziabile, che potrà prevedere piani di accompagnamento psicologico, azioni di conciliazione lavoro-vita genitoriale, incentivi economici per il rientro a lavoro e non solo.

Welfare e CCNL, evoluzione, scadenze e perimetro normativo

Welfare e CCNL, evoluzione, scadenze e perimetro normativo

Da quando, nel 2016, il welfare aziendale ha fatto il suo ingresso nel contratto dei metalmeccanici, sono sempre di più i CCNL che prevedono in forma strutturale l'erogazione di strumenti di welfare, nella forma di “flexible benefit”, che possono variare da 150 a 200 euro a seconda del tipo di integrativo previsto (fino a un tetto massimo di 258,23 euro). Come si sono evoluti, dal 2016 a oggi, gli elementi non monetari dei pacchetti retributivi nel privato? Quali sono i passi, le scadenze e il perimetro di riferimento per definire il pacchetto welfare?
Abbiamo rivolto questa domanda a due dei più importanti provider del settore: Eudaimon e Sodexo

Benessere psicologico, una priorità per le aziende di oggi e domani

Benessere psicologico, una priorità per le aziende di oggi e domani

Fino a pochi anni fa, l'Health, Safety & Environment manager aveva prevalentemente il compito di occuparsi della gestione della salute e della sicurezza in azienda, assicurando in particolare l’implementazione dei requisiti di legge. Ma il ruolo sta rapidamente evolvendo perché il cambiamento è ormai una necessità vera e urgente: il benessere mentale e psicofisico impatta sulla qualità del lavoro, sul business e sulla società intera, abbattendo anche i costi sanitari e restituendo felicità alle persone.
Ne abbiamo parlato con Raffaella Maderna, People & Communication Director di Lundbeck Italia, Luca Solari, Professore ordinario dell'Università degli studi di Milano, e Marco Spadafora, responsabile client sales & success Italia di Gympass.

Non solo sostegni economici, welfare e reskilling come motori del mercato del lavoro

Non solo sostegni economici, welfare e reskilling come motori del mercato del lavoro

La formazione e il welfare sono elementi chiave per il rilancio della forza lavoro.
Proprio per questo, tra le proposte emerse dal tavolo di lavoro sul Welfare, la presenza di un Welfare manager nelle aziende e l’introduzione di un gruppo Risorse umane nel Pnrr. Iniziative volte a dare voce alle istanze di chi opera nel settore della gestione del capitale umano e offrire un sostegno efficace ai dipendenti. Questo il cuore dell’intervento di Paolo Vasques, Direttore Relazioni Industriali, Payroll & Servizi Generali di Benetton Group.

Welfare aziendale e sociale, ascoltare le persone in ottica di cura

Welfare aziendale e sociale, ascoltare le persone in ottica di cura

La pandemia ha cambiato l'approccio al lavoro, ponendo le aziende nella condizione di dover ascoltare e comprendere le esigenze dei singoli per offrire un servizio di welfare differenziato a seconda delle esigenze e della fase di vita in cui si trovano persone. Un approccio al welfare aziendale oggi ostacolato dalla rigidità delle leggi fiscali, che limitano l'azione di risposta ai bisogni. Questo e molto altro nell’intervento di Barbara Cottini, HR Senior Director di Gi Group, a Officina Risorse Umane.

Ripensare il welfare aziendale

Ripensare il welfare aziendale

Oggi il welfare aziendale privilegia in molti casi alcuni degli aspetti su cui è stato costruito, che sono quelli di carattere retributivo. Ma c'è una seconda componente importantissima, oggi spesso lasciata indietro, che è quella del welfare con rilevanza sociale. È in questo ambito che ci sono le maggiori prospettive, è qui che il welfare aziendale può dare davvero molto a lavoratori e imprese. Questa l'opinione di Alberto Perfumo, Socio e Amministratore Delegato di Eudaimon, raccolta nell'ambito della prima edizione di Officina Risorse Umane.

Welfare sociale, la priorità per grandi aziende e PMI

Welfare sociale, la priorità per grandi aziende e PMI

Secondo gli HR e i professionisti che hanno preso parte alla prima edizione di Officina Risorse Umane, al Paese occorrono un indirizzo esplicito da parte del governo e agevolazioni specifiche per promuovere la diffusione di piani di welfare aziendale di carattere sociale, in particolare nelle PMI, anche attraverso l’adozione della figura del welfare manager, già obbligatoria all’interno di grandi aziende e PA.