Faq Risorse Umane: quali domande che si fanno HR e formatori aziendale?

La necessità di colmare il gap tra le competenze digitali richieste dalle aziende e la carenza di tali capacità sul lato dell’offerta è fortemente sentita dagli HR manager. È quanto emerge dalla ricerca condotta da University2Business in collaborazione con Enel Foundation

faq risorse umane
  1. Come popolare in tempi brevi le piattaforme eLearning e le intranet aziendali di contenuti interessanti e coinvolgenti?
  2. Come introdurre in azienda, passo dopo passo, competenze e cultura digitale, tenendo conto del mix generazionale?
  3. Come trasformare un eLearning pesante e noioso in un’esperienza piacevole e coinvolgente, didatticamente efficace?
  4. Come collegare immediatamente alle classiche attività di valutazione, performance e obiettivi aziendali anche piani di sviluppo coerenti e a basso costo?
  5. Come sviluppare una faculty interna composta da docenti occasionali e formatori interni per ridurre la dipendenza dall’esterno e valorizzare i migliori talenti interni?
  6. Come fornire continuamente stimoli leggeri ed utili per quadri e dirigenti, per potenziare le competenze di leadership?
  7. Come attivare un comportamento attivo delle persone dell’azienda nell’autoapprendimento?

skilla – Amicucci Formazione risponde a queste domande con la nuova skillaLibrary+, la nuova soluzione in abbonamento con oltre 200 percorsi di apprendimento per arricchire gli ambienti online, stimolare l’autoformazione, tenere aggiornati i progettisti/trainer delle Academy.

  1. Popolare di contenuti intranet e piattaforma eLearning della propria azienda. Molte organizzazioni hanno fatto grandi investimenti per dotarsi di intranet e piattaforme eLearning, per poi ritrovarsi in difficoltà nella fase di popolamento di tutti quei contenuti che sono utili al continuo coinvolgimento delle persone. Grazie alle centinaia di corsi in Pillole Formative®, di ebook, tip multimediali aggiornati mensilmente, eMagazine per quadri e dirigenti (brevi suggestioni manageriali), la funzione HR di ogni azienda potrà dotarsi di un servizio coinvolgente e motivante per tutte le persone della sua organizzazione.
  2. Far evolvere le competenze e la cultura digitale della propria organizzazione, gestire il mix generazionale. Questa rappresenta una delle sfide più grandi per le risorse umane. Nuove competenze digitali sono necessarie per far evolvere l’organizzazione: saper ricercare, organizzare le informazioni, condividerle all’interno dei gruppi di lavoro e verso fornitori e/o clienti, gestire la sicurezza, migliorare l’efficacia del proprio lavoro con il digital, rendere più agile e snella l’organizzazione. Uno specifico percorso (learningPath) di skillaLibrary+ è interamente dedicato all’evoluzione delle competenze digitali di tutta l’organizzazione.
  3. Fare dell’esperienza eLearning un momento piacevole, coinvolgente e didatticamente efficace. Troppo spesso la formazione in modalità eLearning viene associata a termini come noia e pesantezza, perché il mercato è stato invaso da corsi di bassa qualità, fatti di slide animate e docenti in video. skilla ha ideato un metodo in cui al centro c’è l’esperienza di apprendimento della persona, la ricerca della bellezza, della sintesi, della rapidità e dell’efficacia dell’apprendimento, con un modello esclusivo che introduce elementi di rottura come l’umorismo, stimoli creativi di arte e letteratura, interattività continua, l’arte della sintesi con le infografiche. Tutto ciò a dimostrazione del fatto che 15 minuti ben progettati e realizzati hanno una efficacia maggiore dello stesso corso sviluppato in 2 ore.
  4. Potenziare attività di valutazione, performance, obiettivi aziendali con piani di sviluppo online coerenti e a basso costo. Nel processo di valutazione il valutatore è la figura chiave. Come sviluppare la sua capacità di gestire il colloquio, assegnare obiettivi, gestire il feedback? Fondamentale è anche il giusto atteggiamento del valutato. Come affrontare serenamente il colloquio di valutazione ed imparare ad accogliere i feedback? Come sviluppare la capacità di autovalutazione? Come gestire un piano di sviluppo personale? Un esclusivo learningPath skilla è dedicato a questo fondamentale processo.
  5. Sviluppare una faculty interna di docenti occasionali e formatori per ridurre la dipendenza dall’esterno e valorizzare i migliori talenti interni. Una parte importante di skillaLibrary+ è dedicata allo sviluppo delle competenze dello staff aziendale dedicato alla progettazione didattica e per il personale interno che occasionalmente viene coinvolto nella gestione della formazione dei colleghi, normalmente su temi tecnici. Happy Learning è un servizio compreso in skillaLibrary+ che offre strategie, accorgimenti comunicativi, format pronti all’uso messi a disposizione della funzione HR per ingaggiare e motivare le persone coinvolte in esperienze di apprendimento in ambito digitale, mentre Smart Academy è uno speciale eMagazine per l’aggiornamento continuo dello staff dei formatori aziendali, con aggiornamenti mensili e refresh quindicinale, ricco di strumenti, risorse formative, metodologie tradizionali ed innovative.
  6. Potenziare le competenze di leadership quadri e dirigenti. Il fattore tempo è uno dei principali ostacoli all’aggiornamento continuo dei quadri e dei dirigenti aziendali. L’esperienza maturata negli anni da Amicucci Formazione, prima con la fase di start up di Fondirigenti e l’assistenza quinquennale a Fondir, poi con l’attuale supporto per le attività eLearning a Quadrifor e CFMT, garantisce un autorevole ed innovativa proposta per la formazione manageriale in ambienti virtuali. Uno specifico Learning Path è dedicato ai fondamentali della gestione manageriale, accompagnato all’innovativo eMagazine: decine di risorse manageriali che il responsabile HR potrà mettere a disposizione dei suoi quadri e dirigenti a cadenza settimanale.
  7. Coinvolgere le persone dell’azienda nell’autoapprendimento. Il futuro dell’apprendimento è quello di responsabilizzare le persone all’autoapprendimento. Non è un percorso facile poiché il modello tradizionale e prevalente è quello top down, con un ruolo passivo delle persone. Si tratta di un classico processo di change management. Apprendere ad apprendere e trovare la motivazione per farlo è una delle componenti fondamentali di skillaLibrary+.
error

Condividi Hr Link

OK