Gestione del personale: quali sfide e quali competenze per il 2018. Intervista a Rossella Riccò di OD&M Consulting

La misurazione dei risultati della funzione HR è un tema di cui si parla sempre più spesso. in quanto business enabler è infatti indispensabile che gli hr manager non solo sappiano analizzare i dati, ma anche progettare i sistemi stessi di misurazione e di analisi

Gestione del personale sfide 2018

Domani si terrà a Milano l’evento Agenda HR 2018, organizzato di OD&M Consulting con Este a cui ci si può iscrivere cliccando qui.

Pubblichiamo la terza parte dell’intervista che ci è stata gentilmente rilasciata da Rossella Riccò, Responsabile dell’Area Studi e Ricerche di OD&M Consulting.

 

La misurazione delle attività HR

“Abbiamo visto come la tematica della misurazione dei risultati della funzione HR è un tema di cui si parla sempre più spesso. Per esempio, si sente sempre più parlare di people analytics. Abbiamo chiesto, nella survey, se gli HR utilizzano  sistemi di misurazione: in quanto business enabler è infatti indispensabile che sappiano non solo analizzare i dati, ma definire i sistemi stessi di misurazione e di analisi. Queste sono competenze che non possono solo essere delegate agli specialisti, ma devono appartenere all’HR manager insieme alla capacità di interpretare un bilancio ed essere quindi in grado di dimostrare l’utilità e la sostenibilità delle scelte che vengono proposte all’azienda.”

 

 

Come il cambio di contesto  sta cambiando il ruolo della gestione del personale

“Quando è partita la prima survey di OD&M Consulting, nel 2014, la priorità data all’efficientamento dei costi e del personale era trascinata dalla crisi economica e  sociale.

Il contesto oggi è cambiato e le funzioni HR non sono più in apnea. Nel 2017 si riscontrava  un’immagine  più consapevole del ruolo, con una funzione HR che cominciava a respirare e a comprendere che il cambiamento doveva essere un elemento da cavalcare.

Quello che era emerso anche l’anno scorso era la necessità di cambiare per l’HR,  una funzione che doveva tornare ai basics, consolidando le competenze tradizionali e acquisendo quelle  nuove per diventare sempre più

  • compliance manager
  • strategic positioner
  • technology e media integrator
  • analytics designer & interpreter

Le competenze che la funzione HR deve possedere per passare da un ruolo tradizionale a quello di Business Enabler con i risultati della precedente indagine sulle competenze già riconosciute e quelle ancora da maturare.

 

 

Per gentile concessione di OD&MConsulting

Da qui una rinnovata esigenza di formazione, di confronto con le altre funzioni aziendali.

Questo pone in evidenza anche il tema relativo all’effettiva possibilità di cambiare pelle per chi oggi riveste questa funzione, che deve fare i conti con i cambi generazionali, l’incedere massiccio della rivoluzione digitale, lo smart working e quindi modelli di gestione molto diversi rispetto al passato.”

 

 

 

Cosa troveremo quindi durante l’evento Agenda HR 2018?

Verrà illustrato lo stato dell’arte delle funzioni HR, le caratteristiche, la  rilevanza strategica, gli  investimenti e il focus sugli analytics, verranno presentate le sfide, le attività che le assorbiranno e da queste attività verranno estrapolate le competenze di cui dovranno dotarsi, confrontando il tutto con quanto avviene a livello internazionale.Sarà un modo per tenere  accesa la nostra attenzione professionale su queste tematiche rilevanti, puntando il focus sul passaggio fondamentale per la rinnovata funzione HR dalla reattività alla proattività.

Clicca qui per iscriverti all’Agenda HR 2018

Segui Od&M Consulting sui social

Linkedin e Twitter 

 

 

Condividi questo post

Condividi Hr Link