Luxottica, azienda leader nell’occhialeria, investe in formazione e ricerca di talenti

La multinazionale ha acquisito Irsoo, l’Istituto di ricerca e studi in ottica e optometria di Vinci.

irsoo

Luxottica acquisisce Irsoo, l’Istituto di ricerca e studi in ottica e optometria di Vinci, in provincia di Firenze, e crea così un importante legame con il territorio. L’azienda sceglie di investire nelle competenze, tenuto conto che le prospettive di impiego di chi si diploma ottico e optometrista sono ad oggi al 100%. Un passaggio importante che riguarda non solo la formazione ma anche l’aggiornamento professionale e che non lederà l’autonomia dell’Istituto.

«La nostra priorità, condivisa con Luxottica, sarà di preservare la qualità e l’autonomia dell’istituto perché possa rimanere un punto di riferimento sul territorio per l’intero settore, aperto al servizio di tutti – ha fatto sapere il nuovo presidente di Irsoo  Gaetano Viciconte – Allo stesso tempo potremo contare sul rapporto e sulle risorse di un grande gruppo come EssilorLuxottica per rendere sostenibili l’offerta formativa di qualità e la struttura della scuola nel lungo periodo, oltre che per sviluppare nuove opportunità per il futuro che, grazie al digitale, valuteremo anche a livello europeo».

Il management dell’Istituto che ha contribuito a rafforzare il prestigio di Irsoo in tutti questi anni sarà confermato nel ruolo, a garanzia del percorso di continuità, competenza e sviluppo che la nuova proprietà intende intraprendere. Alessandro Fossetti rimarrà il direttore e responsabile formazione di Irsoo, e la scuola manterrà la sede nell’attuale palazzo storico nel Comune di Vinci.
«Irsoo continuerà a essere un polo di eccellenza della formazione e dell’aggiornamento, con solide basi sull’evidenza scientifica, nel settore dell’ottica oftalmica e dell’optometria, e a proporsi come punto di riferimento nel panorama nazionale per chi voglia formarsi e/o operare nel settore», ha aggiunto Fossetti.

Soddisfazione anche da parte del sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia: «Auspichiamo, pertanto, che ciò consenta di dare un futuro certo e una prospettiva di grande crescita all’Istituto, che potrà diventerà un luogo in cui si farà formazione d’eccellenza a vantaggio dell’intero settore».

Con la definizione del procedimento di selezione pubblica si è chiusa un’operazione lunga e complessa, che ha impegnato ASEV in modo rilevante – ha aggiunto Andrea Mortini, Presidente di ASEV – Siamo fiduciosi che ciò possa essere un’opportunità di crescita per tutto il territorio dell’Empolese Valdelsa e una scommessa vincente per l’intero settore interessato. Un sincero ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno accompagnato e aiutato nel portare a termine questa operazione».

error

Condividi Hr Link

OK