Esploring eLearning di skilla: evento dedicato alla tecnologia digitale applicata alla formazione aziendale

Nel cornice suggestive delle Officine del Volo di Milano si è tenuto l’evento “exploring eLearning “ organizzato da skilla – Amicucci Formazione

elearning skilla

Per il secondo anno consecutivo si è potuto assistere ad una iniziativa centrata sulle nuove tecnologie applicate non solo alla formazione, ma a tutti gli aspetti che permettono alle aziende di migliorare le proprie performance gestionali, utilizzando le tecniche e gli strumenti più all’avanguardia ed efficaci oggi disponibili.
L’affluenza è stata anche quest’anno numerosissima, 420 i partecipanti, con la presenza delle più prestigiose organizzazioni, sia tra i testimonial, sia tra il pubblico, erano presenti infatti rappresentanti di180 aziende, ripetendo il grande successo che già nel 2015 era stato ottenuto da Skilla, composta da un team interdisciplinare ad alta professionalità fatto per la maggioranza di giovani.
Sin dai suoi esordi sul web, nel 2001, rottura e innovazione sono state le parole chiave che distinguono il progetto di Amicucci Formazione, che ha poi dato vita alla metodologia delle “PILLOLE FORMATIVE®, oggetti per creare percorsi sul comportamento organizzativo, sulla motivazione, sulla comunicazione interna in azienda”, sino ad arrivare alla nascita di skilla nel 2011, prima library italiana sulle soft skills e nel 2013 di “skilla il metodo di Amicucci Formazione”.

Ricerca, bellezza, essenza, felicità, sogni, passione, emozione e creatività sono alcune delle altre parole chiave, l’evento cui HR-LINK ha partecipato ne ha dato piena conferma.
Infatti, nella due giorni è stato possibile raccogliere spunti e idee dai relatori, che hanno condiviso le loro esperienze concrete di applicazione e da studiosi di fama internazionale, in un clima di informalità, condivisione, modernità e bellezza.
E’ stata un’esperienza di esplorazione, come giustamente suggerisce il titolo, di 7 principali temi trattati nei posterLab ricchi di casi, modelli teorici, contributi di respiro internazionale.
Il programma ricchissimo articolato in 55 sessioni, ha permesso di seguire i temi di interesse grazie ad un timing rigoroso, che ha consentito di immergersi nei singoli argomenti, come di variare la partecipazione ai diversi posterLab, con grande flessibilità e la garanzia di cogliere ed apprendere, secondo le proprie esigenze, spunti diversi e di altissima qualità, tenuti da relatori prestigiosi provenienti sia dal mondo aziendale con 55 sono state le testimonianze, sia da quello universitario e della ricerca.
Accanto ai posterLab erano presenti laboratori permanenti, per sperimentare direttamente tecniche e strumenti: Augumented Reality, StoryLab, Corporate Movies, Lego Serious Play, Cards for Learning Design,’#exploring live twitting, i titoli delle postazioni cui si poteva partecipare durante tutta la durata del convegno.

E’ stato possibile quindi mettersi alla prova con gli strumenti illustrati dai professionisti esperti che usualmente lavorano nelle aziende, verificarne l’efficacia e approfondirne la conoscenza.
Un laboratorio dedicato era quella che illustrava la soluzione tecnologica che ha permesso contemporaneamente di interagire con i partecipanti, che, con ben 1350 post, hanno posto domande e partecipato ai sondaggi, direttamente dai propri device, dopo aver scaricato l’apposita app. Nella postazione dedicata ne è stata mostrata tutta la potenzialità e le funzioni che sono in continuo aggiornamento e per tre mesi i partecipanti al convegno avranno la possibilità di utilizzarla gratuitamente.

 

I sette temi proposti sono stati scelti a partire da una survey effettuata sui 460 partecipanti dell’edizione del 2015: Gamification, Learning Path, Corporale Academy, Open Badge e Certificationi, Adaptive Learning & Stili di Apprendimento, Competenze & Digitale, Start eLearning.
Argomenti che sono al centro dei più attuali dibattiti sull’evoluzione aziendale e formativa, che hanno trovato in questa occasione la conferma della loro efficacia e della possibilità di applicazione, con ricadute importanti sull’apprendimento rapido ed il cambiamento organizzativo.
La quantità di contenuti ha fatto rimpiangere di non poter intrattenersi più a lungo per poter partecipare a tutti i posterLab, ma, come era nelle intenzione degli organizzatori, l’obiettivo era soprattutto di gettare dei semi, proporre spunti di riflessione, creare occasioni di scambio tra i professionisti e le aziende: un punto di partenza quindi per tornare a casa avendo allargato la mappa delle possibilità, stimolati a trovare nuove strade, adattate alla propria cultura organizzativa e alle effettive esigenze.

 

HR-LINK ha partecipando esplorando i veri temi e mettendosi alla prova nei laboratori, intervistando i vari testimonial e raccogliendo le impressioni del pubblico.
Il giudizio unanime è stato estremamente positivo: sia i contenuti, sia l’organizzazione nei suoi vari aspetti, hanno dato l’opportunità di arricchire la propria “cassetta degli attrezzi”.
Non solo gli spazi dedicati ai posterLab, ma anche quelli in cui le persone hanno potuto sostare durante le pause e i lunch, hanno favorito uno scambio tra partecipanti, facilitando il confronto ed il networking, in un ambiente ispirato alla sobrietà e sostenibilità, allestito con materiali di recupero creati dalla cooperativa sociale Avanguardia di Verona.
Un evento quindi ricco e sostenibile, dove questo apparente ossimoro ha dimostrato di poter convivere, aggiungendo valore ad un’esperienza così ricca e impegnativa da indurre skilla a progettare, d’ora in poi, le prossime edizioni con una cadenza biennale.
Un arrivederci, quello di Franco Amicucci, al termine delle due giornate, carico di promesse che sappiamo saranno ampiamente mantenute.

error

Condividi Hr Link

OK