Funzione HR e Direzione aziendale: un connubio vincente al centro dell’Agenda HR 2018

La Funzione HR sempre più ruolo centrale nelle strategie di cambiamento organizzativo e di sviluppo del business. Questa, in estrema sintesi, è la sfida cui gli HR manager con cui si dovranno cimentare nel 2018, in base ai risultati della Survey lanciata da OD&M Consulting insieme ad ESTE nel dicembre scorso.

Direzione aziendale e funzione HR

La Funzione HR sempre più ruolo centrale nelle strategie di cambiamento organizzativo e di sviluppo del business. Questa, in estrema sintesi, è la sfida cui gli HR manager si dovranno cimentare nel 2018, in base ai risultati della Survey lanciata da OD&M Consulting insieme ad ESTE nel dicembre scorso. Il report che è stato redatto sulla base delle risposte di  hr manager e direttori generali/AD di oltre 100 aziende operanti in Italia ha restituito l’identikit di una figura che più di altre si è evoluta in questi anni, passando da  ruolo di supporto all’organizzazione a ruolo strategico.

In questo percorso evolutivo è interessante evidenziare le diverse percezioni che hanno della funzione hr i diretti interessati e la direzione aziendale.

Gli aspetti su cui entrambe le figure concordano rispetto ai compiti che attendono la funzione HR nel 2018 sono:

  • Curare l’employer branding per attrarre le persone giuste
  • Gestire i talenti sviluppando le competenze delle persone in modo da creare valore per l’Organizzazione
  • Sviluppare la cultura del lavoro agile
  • Allineare la strategia HR agli obiettivi aziendali

Ci sono però anche alcune differenze. Gli HR manager pensano di doversi concentrare su elementi relativi alla guida delle persone, come l’aiutare i manager di linea nello sviluppare competenze relative alla gestione delle persone e all’utilizzo e interpretazione dei dati, mentre la direzione generale identifica tra le priorità anche l’attenzione a tematiche di retention ed engagement attraverso la cura del wellbeing delle persone e dell’organizzazione e un’attività di comunicazione e ascolto.

Questo disallineamento, lungi dall’essere un problema, dice di un rapporto che per quanto sempre più stretto, mantiene vivo il confronto e la ricchezza di visioni  deponendo quindi  a favore di ulteriori e future evoluzioni scevre da omologazioni disfunzionali.

Per entrambe queste figure, infatti,  è importantissimo che si sviluppi e consolidi sempre di più una stretta collaborazione, essendo ormai acquisita l’importanza strategica della funzione HR, che richiede ai professionisti delle risorse umane una preparazione continua e sempre più ampia ed approfondita, anche su aspetti che un tempo non sembravano essere di loro pertinenza.

Una partnership quindi che si rivela in grado di garantire un continuo allineamento tra le parti del sistema che ha nell’HR manager una funzione privilegiata, in grado di osservare e raccogliere informazioni , trasferendole alle varie parti, ma soprattutto elaborandole in possibili proposte di business ed evoluzione organizzativa.

 

Quattro testimonianze sulla collaborazione tra Funzione HR e Direzione aziendale

Durante l’evento Agenda HR 2018, dove è stata trattata, tra le altre, questa tematica, abbiamo incontrato i testimoni di questo connubio vincente e  ci siamo fatti raccontare la loro esperienza.

Piercarlo Alessani Amministratore Delegato di JT International e Viviana Greco HR Director  lavorano insieme da moltissimi anni e sono cresciuti in questa reciproca collaborazione, passando attraverso i cambiamenti  e le difficoltà di un settore particolarmente critico.

Massimiliano Boggetti Country Manager di Sebia Italia e Fabrizio Magi, Responsabile Risorse Umane, lavorano insieme da otto anni  e hanno affrontato insieme i cambiamenti della loro organizzazione, traghettando anche la funzione hr dal classico ambito amministrativo a quello di partner strategico della direzione.

Ecco le loro testimonianze:

error

Condividi Hr Link

OK