I Top jobs HR: la seconda indagine HR-link sui ruoli più importanti nelle Direzioni Risorse Umane italiane e chi li ricopre

Quali sono le posizioni HR più importanti in Italia? Chi le ricopre? Ci sono stati dei giri di poltrone dall’ultima rilevazione di HR-Link?

Direzione risorse umane

Rinnoviamo la nostra precedente indagine  sulle posizioni più importanti in Italia per la Direzione delle Risorse Umane: i top jobs HR.

Ricordiamo brevemente i criteri con i quali abbiamo “pesato” le seggiole dei Chief HR Officer italiani.

  • Fatturato (almeno 5 mld di euro)
  • Quotazione in Borsa
  • Numero di dipendenti (maggiore di 30.000)
  • Livello di internazionalizzazione del personale
  • Distanza gerarchica dal AD

Dunque, sulla base degli stessi criteri della scorsa indagine, tramite il nostro network, i siti internet, le relazioni sulla remunerazione e i profili LinkedIn dei top HR, abbiamo aggiornato la nostra classifica.

Riteniamo, in ultimo, ancora utile la divisione tra: imprese private, banche e assicurazioni e imprese pubbliche o partecipate.

 

Rinnoviamo la nostra indagine sulle posizioni più importanti in Italia nell’ambito delle Direzioni delle Risorse Umane: i top jobs HR.

Ricordiamo brevemente i criteri con i quali abbiamo “pesato” le seggiole dei Chief HR Officer italiani.

  • Fatturato (almeno 5 mld di euro)
  • Quotazione in Borsa
  • Numero di dipendenti (maggiore di 30.000)
  • Livello di internazionalizzazione del personale
  • Distanza gerarchica dall’Ad

Sulla base degli stessi criteri della scorsa indagine, tramite il nostro network, i siti web istituzionali, le relazioni sulla remunerazione e i profili LinkedIn dei top HR, abbiamo aggiornato la nostra classifica. Riteniamo, in ultimo, ancora utile la divisione tra imprese private, banche e assicurazioni e imprese pubbliche o partecipate.

I Top jobs HR delle imprese private

Molte le novità nelle direzioni HR più importanti delle imprese private.

Francesco Micheli, dopo l’addio del AD Cattaneo, lascia Telecom dove la direzione Risorse Umane viene momentaneamente “aggregata” alla direzione Legale e societario, per assumere il ruolo di Chief operating officer presso NTV-Italo.

Rimane in sella invece Gian Luca Grondona, Group HR, Organization QHSE Director di Salini Impregilo. Il gigante globale delle infrastrutture continua la sua crescita e alla funzione vengono assegnate anche le importanti direzioni di Qualità, Sicurezza e Ambiente.

Cristian Vasino lascia Pirelli e viene sostituito da Gustavo Bracco, uomo di fiducia di Tronchetti Provera e già CHRO di CNH, Telecom e della stessa Pirelli.

Lascia Luxottica Nicola Pelá per approdare in U.K. Piergiorgio Angeli, ex responsabile della parte Operations del gruppo, diventa il Group HR Director.

Entra invece nel novero delle top chairs quella di Fabrizio Rutschmann – Group HR & Organization Director di Prysmian Group – che, dopo l’acquisizione dell’americana General Cable, supera la “soglia” dei 30.000 dipendenti. Rutschmann vanta precedenti esperienze in Electrolux, Telecom e Pirelli.

I Top jobs HR di Banche e Assicurazioni

Conferma importante per Monica Alessandra Possa in Generali, che resta Group HR& Organization Officer anche dopo l’uscita di Mario Greco e che – sotto la guida del nuovo AD Philippe Donnet – entra nel Group Management Committee (GMC), il comitato strategico di Generali.

Altra conferma importante Paolo Cornetta di Unicredit, anche lui capace di mantenere la leadership della funzione nonostante l’avvicendarsi di due AD, prima Federico Ghizzoni e poi Jean-Pierre Mustier.

I Top Jobs HR delle aziende Pubbliche e Partecipate

Anche nel settore statale abbiamo alcune conferme e alcuni importanti cambiamenti.

Conferme per Francesca Di Carlo in Enel e Dario Gallinari in Saipem. La direzione Risorse Umane di Eni è invece aggregata nella maxi funzione “Services and Stakeholders Relationships” guidata da Claudio Granata.

Con l’arrivo di Matteo Del Fante la direzione Risorse Umane e organizzazione di Poste Italiane viene affidata a Pierangelo Scappini. Il manager, che vanta anche esperienze in Telecom, ha sostanzialmente sviluppato la propria carriera internamente alla neo quotata azienda controllata dal Ministero dell’Economia.

Ultima novità arriva da Leonardo (ex Finmeccanica) dove, dopo l’uscita per pensionamento di Domenico Braccialarghe, abbiamo la nomina di un’altra esponente del gentil sesso. Si tratta di Simonetta Iarlori, con la carica di Chief People and Transformation Officer. La Iarlori ha sviluppato tutta la propria carriera nel mondo finanziario e, prima di approdare in Leonardo, ricopriva la carica di COO di Cassa Depositi e Prestiti.

In sintesi, delle 11 posizioni “Top” nelle Direzioni Risorse Umane in Italia, il 27% è ricoperto da donne (Possa, Iarlori e Di Carlo), mentre si rileva un solo under 50 (Grondona) e nessuno straniero. Rispetto alla prima indagine, su 12 posizioni allora identificate il tasso di cambiamento è stato del 50%, a dimostrazione di una forte dinamicità nelle posizioni apicali della funzione.

Ecco quindi la nostra classifica.

Imprese Private

  • Salini Impregilo: Gian Luca Grondona
  • Pirelli: Gustavo Bracco
  • Prysmian Group: Fabrizio Rutschmann
  • Luxottica: Piergiorgio Angeli

Banche e Assicurazioni

  • Gruppo Generali: Monica Alessandra Possa
  • Unicredit: Paolo Cornetta

Pubbliche e Partecipate

  • ENI: Claudio Granata
  • Enel: Francesca Di Carlo
  • Poste Italiane: Pierangelo Scappin
  • Leonardo: Simonetta Iarlori
  • Saipem: Dario Gallinari
Condividi questo post

Condividi Hr Link

OK