Gestione risorse umane nei processi di fusione: 6 consigli pratici per la retention del personale

Uno dei principali problemi della gestione delle risorse umane di un’azienda in fase di fusione o di acquisizione è la retention e l’engagement del personale

gestione risorse umane

Lo rivela lo studio PwC’s 2017 M&A Integration Survey Report.

I risultati sono il frutto di uno studio fatto su un campione di 151 senior executive di aziende che hanno realizzato processi di acquisizione o fusione. Di questi meno della metà afferma di aver avuto ottimi risultati in termini di retention. Diversi gli elementi che congiurano contro una buona riuscita di queste operazioni nell’ambito della gestione delle risorse umane.  Anche in queste occasioni sembra far fatica ad appropriarsi del ruolo strategico che ormai le spetta  a pieno titolo. Le risorse umane sembrano essere l’ultima delle preoccupazioni nei processi organizzativi e riorganizzativi.

 

Le testimonianze degli esperti

Julio Gonzalez,   nelle nostre interviste sul  suo libro “People side e internazionalizzazione” lo ribadisce.Nei processi di internazionalizzazione spesso la cattiva gestione delle risorse umane  ne compromette il successo.

Anche nel caso delle fusioni e acquisizioni il peso specifico di questo fattore è determinante, ma sembra essere trascurato nella maggior parte dei casi. La mancanza di un piano di comunicazione del progetto, di coinvolgimento del personale, di analisi e preparazione innesca una serie di timori  e  di paralisi, affermano i redattori del report Gregg Nahass e Marc Suidan. E’ necessario un piano che permetta un transizione virtuosa, in grado di rassicurare da un lato e di preparare al nuovo design organizzativo.

Nuovamente il tema dei valori e della cultura delle aziende che verranno fuse o acquisite torna alla ribalta. Nell’intervista fatta da HR-LINK a Roberta Segalini, Direttore Risorse umane EMEA di Whirpool, avevamo avuto una interessante testimonianza. Diverse sono state le azioni messe in campo per l’acquisizione di Indesit. Il coinvolgimento delle risorse umane ne è stato il focus.

 

I consigli di Sue Quackenbush

Sue  Quackenbush, Responsabile delle Risorse Umane di Vonage Holdings Corp., afferma  differenze  eccessive determinano un fallimento dell’operazione è quasi certo. Nell’articolo comparso su SHRM,  fornisce il seguente elenco di azioni volte a favorire l’integrazione delle risorse umane nei processi di cui stiamo parlando:

  1. Dedicare del tempo a capire le persone
  2. Analizzare le similitudini e le differenze culturali delle aziende
  3. Essere aperti all’apprendimento
  4. Curare meticolosamente una  comunicazione frequente e coerente
  5. Fondere ed integrare i team delle diverse aziende
  6. Formare e allenare coloro che hanno la responsabilità della gestione delle persone

Sei consigli che sono evidentemente importanti per la gestione del risorse umane. Un’importanza che  non si limita solo al processo di acquisizione o di fusione. E’ un  vademecum per la funzione HR.  Investire sul miglioramento continuo del clima delle performance e quindi dell’employer brand diventa il must cui ispirarsi.

error

Condividi Hr Link

OK