Google Hire: il rivale di LinkedIn che semplifica il recruiting

L’applicazione del gigante di Mountain View strizza l’occhio ai recruiters: grazie ad algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale, consente una notevole riduzione dei tempi di ricerca e selezione. È un sistema integrabile con tutti gli strumenti di Google, non ancora attivo in Italia.

Google Hire

Il mercato del recruiting è di dimensioni importanti e il lavoro dei recruiter è sempre più complesso. Le tecnologie aiutano, le grandi piattaforme sono uno strumento indispensabile per la ricerca e la selezione ed è su questo terreno che si giocherà una sfida tra colossi: Google contro Microsoft. Il gigante della ricerca ha lanciato un sistema, Google Hire, che ha l’obiettivo di insidiare il primato di LinkedIn, il social di Microsoft che finora non ha avuto concorrenti (questo il primo post di Google in occasione del lancio dell’applicazione).

Hire

La nuova applicazione/piattaforma di Google è già attiva in Canada e nel Regno Unito. Google Hire promette di snellire le pratiche amministrative volte al reclutamento – per far sì che le risorse umane si concentrino sulle relazioni con i candidati – e anche di rafforzare una funzione, quella dell’incrocio domanda/offerta, che in LinkedIn ha perso centralità nel corso degli anni.

Integrazione

Grazie all’uso di potenti algoritmi, Hire consente di automatizzare molti processi legati alla ricerca del personale ed è integrato con tutti i servizi di Google. Rispetto alla prima versione, Hire ha fatto un notevole passo avanti con l’applicazione dell’intelligenza artificiale, rivolta sempre a facilitare il lavoro del recruiter. Con l’intelligenza artificiale sono state introdotte due nuove funzioni: la prima riguarda la programmazione e la gestione dei colloqui di lavoro (anche mettendo in risalto i dettagli fondamentali del cv); la seconda funzionalità, chiamata click-to-call, è stata pensata per semplificare la gestione delle chiamate ai candidati: cerca in modo automatico il numero di telefono e tiene traccia di chi ha parlato con gli aspiranti nuovi collaboratori (I dettagli dell’ultima versione di Hire).

Tempo

Secondo uno studio di Deloitte, le tradizionali selezioni di personale costano all’azienda circa 4.000 dollari a candidato e sono necessari 52 giorni per trovare il candidato giusto.

L’utilizzo di Hire, secondo Google, consente di risparmiare fino all’84% del tempo nel recruiting. L’attività di sviluppo e miglioramento dell’applicazione è costante e contributi verranno anche dai partner di Google nel recruiting, tra i quali dovrebbe esserci il portale Monster.

error

Condividi Hr Link

OK