Hr dopo l’estate, ecco le letture per riprendere l’attività dopo la pausa

Hr-Link lancia una rubrica ragionata dedicata alle letture utili per chi opera nel settore delle risorse umane, fornendo un ulteriore contributo per affrontare le conseguenze della pandemia

letture

Sono stati mesi complicati e, dopo l’estate, seguiranno altri mesi difficili, durante i quali sarà necessario rimboccarsi le maniche e in molti casi reinventarsi. Ricercatori, autori, esperti stanno cercando di mettere nero su bianco riflessioni e punti di vista che possano essere da supporto per il futuro prossimo. E così Hr-Link ha deciso di selezionare, senza pretesa di esaustività, titoli a supporto di questa fase delicata, che può essere vissuta anche come un’opportunità.

Oggi ne proponiamo tre.

Di recente, un e-book di Giovanni Scansani e Luca Pesenti (con prefazione di Marco Bentivogli, segretario generale Fim-Cisl) – Welfare aziendale, e adesso? Un nuovo patto tra impresa e lavoro dopo la pandemia – ha tentato di mettere a fuoco cosa cambierà e sta già cambiando, concentrandosi non tanto sullo smart-working – mai davvero smart nella sua messa in pratica durante il lockdown – ma sulla cultura aziendale e sulla capacità delle imprese di coniugare esigenze di business continuity con l’attenzione alla persona, in termini innanzitutto di salute e sicurezza. Per questo gli autori hanno isolato il concetto di “welfare glamour”, ovvero quel tipo di welfare che viene messo in campo più per avere un ritorno di immagine che per reale attenzione alle necessità dei dipendenti, distinguendolo da approcci più solidi. I premi di risultato previsti dai budget del 2021 saranno un banco di prova per mettere in luce le differenze tra i due orientamenti opposti, sostengono gli autori. Sul welfare aziendale si giocherà una partita importante per la responsabilità sociale delle imprese, che – secondo Scansani e Pesenti – dovranno dimostrare il proprio impegno soprattutto verso i lavoratori sui quali la cura familiare grava in modo più significativo, avvantaggiandoli rispetto ai colleghi anche a parità di inquadramento e ruolo.

Punto Hr 2020! (Guerini next), a cura di Sergio Carbone e Angelo Pasquarella, raccoglie invece i contributi di direttori del personale e formatori, emersi dall’appuntamento annuale che porta lo stesso nome del titolo del libro. Giunta alla sesta edizione, l’iniziativa si propone come luogo in cui discutere le tematiche più rilevanti che riguardano le persone e le organizzazioni. Il volume ripercorre i cambiamenti in atto, in particolare quelli legati alla digital transformation, inquadrando la tecnologia come fattore di sviluppo ma soprattutto mettendo al centro la valorizzazione della persona. Ne emerge l’identikit di un lavoratore più centrato non solo sulle conoscenze che possiede, ma anche su un continuo sviluppo delle stesse.

Infine, è edito dall’Harvard business review il volume pubblicato in questi giorni, Coronavirus: leadership + recovery, scritto da Martin Reeves, Nancy F. Koehn, Tsedal Neeley e Scott Berinato. Il testo fornisce alle imprese approfondimenti utili per traghettare le organizzazioni fuori dalla pandemia, mantenendo i dipendenti sani e produttivi. Per poter guardare alla ripresa è necessario reinventarsi e cogliere idee e suggestioni, quelle che arrivano dai case study analizzati nel volume.

Condividi questo post

Condividi Hr Link

OK