Jti, al via dal primo gennaio il congedo parentale uguale per tutti i genitori

Venti settimane retribuite per tutti i neo-genitori: naturali, adottivi e surrogati, a prescindere da genere e orientamento sessuale

jti

Venti settimane di congedo parentale retribuite per entrambi i genitori a prescindere dal genere e dall’orientamento sessuale. Lo ha stabilito la JTI (Japan tobacco international) – uno dei maggiori produttori di tabacco e prodotti da vaping a livello internazionale – che ha annunciato una nuova politica per il congedo familiare che vada oltre i piani nazionali dell’80% dei 130 paesi in cui l’azienda opera. La Jti conta 45 mila dipendenti, è proprietaria di Winston, secondo brand di sigarette al mondo, e di Camel al di fuori degli Stati Uniti e detiene la maggiore quota di mercato per entrambi i brand, oltre a essere uno dei principali player nel mercato delle sigarette elettroniche.

Il piano di Jti

Il provvedimento, attivo dal primo gennaio 2021, vale anche nei casi di adozione e maternità surrogata, perché l’obiettivo è dare supporto ai genitori: “Siamo orgogliosi di presentare questa nuova policy che supporta le famiglie, offrendo a ogni genitore uguali opportunità per trascorrere il tempo con i propri figli, senza preoccuparsi dell’impatto che questo potrebbe avere sulle proprie finanze o sulle carriere”, le parole espresse dal presidente e ceo di Jti, Eddy Pirard, nel commentare questa iniziativa.

È evidente che questo provvedimento farà sentire i suoi effetti soprattutto su quei dipendenti che vivono in paesi i cui governi non prevedono politiche ad hoc per il congedo parentale o dove il cosiddetto parental leave è concesso solo a uno dei due genitori. Soddisfazione per l’obiettivo raggiunto anche da parte di Christiane Bisanzio, vicepresidente del dipartimento Diversity and Inclusion di JTI, che precisa: “Capita ancora oggi che alcuni uomini e donne possano sentirsi svantaggiati perché pensano di aver perso tempo durante il proprio percorso professionale; il nostro obiettivo è combattere tali percezioni e pregiudizi sul luogo di lavoro, soprattutto per coloro che ricoprono posizioni di responsabilità”. Questa policy, infatti, intende “sostenere tutti i genitori, nonché le loro scelte e stili di vita. Un altro autentico e importante impegno di JTI nella strategia verso la valorizzazione delle diversità e dell’inclusione.”

Condividi questo post

Condividi Hr Link

OK