Total Reward Trends 2017: 29 novembre Roma

Il 29 Novembre si replicherà a Roma l’appuntamento con OD&M Consulting dedicato ai Total Reward Trends 2017. L’evento ha avuto la sua prima data a Milano, mercoledì scorso, presso la sede di Gi Group, ed è stato seguito da una nutrita platea di addetti ai lavori, che hanno manifestato un altissimo interesse verso i risultati delle ricerche presentati e in particolare verso gli interventi dei testimoni chiamati ad illustrare l’esperienza della loro azienda

total reward trends 2017

Il 29 Novembre si replicherà a Roma l’appuntamento con OD&M Consulting dedicato ai Total Reward Trends 2017dove, come a Milano, verranno esposti i trend riguardanti il mercato italiano attraverso i dati del  24° Rapporto sulle Retribuzioni, dell’ 8°Rapporto Executive Compensation,del 4°Rapporto Welfare – 1°Rapporto Wellbeing, oltre ai trend retributivi a livello internazionale e ad altre ricerche riguardanti lo Smart Working e il Talent&Performance.

L’evento ha avuto la sua prima data a Milano, mercoledì scorso, presso la sede di Gi Group, ed  è stato seguito da una nutrita platea di addetti ai lavori, che hanno manifestato un altissimo interesse verso i risultati delle ricerche presentati e in particolare verso gli interventi dei testimoni chiamati ad illustrare l’esperienza delle loro aziende.

Tre sono state le testimonianza che si sono alternate sul palco per descrivere l’applicazione concreta dei quattro quadranti cui fanno riferimento i Total Reward Trends: Compensation, Talent and Performance, Welfare, Ambiente di Lavoro.

A Roma si replicherà questa formula con l’intervento di Tiziana Mennuti, HR and Legal Director – RDS Radio Dimensione Suono e Emanuele Galtieri Vice President Human Resources – Elettronica S.p.A.  Modererà Gabriele Gabrielli  docente dell”Università LUISS Guido Carli e della LUISS Business School e Presidente della Fondazione Lavoroperlapersona.

Simonetta Cavasin, Amministratore Delegato di OD&MConsulting, ha introdotto i lavori spiegando come i risultati delle ricerche abbiano messo in evidenza il progressivo incremento dell’applicazione di questo approccio.  L’orientamento verso temi e  strategie di attraction, engagement e retention  tengono sempre più frequentemente in considerazione le profonde mutazioni del panorama aziendale, legate all’ introduzione della tecnologia da un lato e dell’ingresso delle nuove generazioni dall’altra.

Le testimonianze di Fabio Bertolini  Italy Head of HR & Global Talent Management Lead – GFT Group, Luciano Recaldini, Responsabile del Personale di Impianti Idroelettrici – Gruppo A2A, Emanuela Salati Training, Development Process and Welfare Manager – Azienda Trasporti Milanesi SpA,  ci restituiscono uno scenario aziendale molto variegato, dove i fenomeni variano a seconda dell’anzianità dell’azienda, dell’oggetto del lavoro, della composizione dei dipendenti.

 

Total Reward Trends: cambia il senso del lavoro e cambia l’organizzazione del lavoro

Le ricerche in merito ad attraction e retention hanno messo in evidenza l’evoluzione nella percezione del valore del lavoro, che muta notevolmente tra le varie generazioni indagate:

se il lavoro per la generazione che oggi si aggira attorno ai 72 anni era “ciò in cui spendo la mia vita per mantenere la famiglia”, per le generazioni che oggi hanno attorno ai 20 anni diventa “un’esperienza che deve avere senso”.

Se per i primi il lavoro era quello dell’intera vita per gli ultimi è un’esperienza che cambia continuamente tra l’anno e mezzo e i tre anni.

I dati presentati da OD&M hanno permesso di capire quali sono i trend riguardanti il mercato retributivo italiano per quanto riguarda la parte fissa e variabile della retribuzione per le varie categorie di inquadramento, l’andamento delle disparità retributive fra uomini e donne e quali sono gli stipendi di chi sta facendo il suo ingresso nel mondo del lavoro. Sono stati analizzate anche le remunerazioni del top management, dove si vede una correlazione sempre maggiore tra la retribuzione individuale e le performance aziendali.
I dati del 4°Rapporto Welfare hanno permesso di avere un quadro chiaro su come le aziende si stanno muovendo riguardo al welfare aziendale, presentando il punto di vista sia delle aziende che dei lavoratori.

Non meno importanti le leve “intangibili” del Total Reward, il Talent&Performance e l’Ambiente di Lavoro, che fanno parte in pieno dell’offerta dell’azienda alle proprie persone e che si confermano delle leve fondamentali per attrarre, trattenere e motivare.

 

I “talentsumer”: tra nuovi concetti di talento e di bisogni

Il doppio speculare di questo mutamento è ad esempio evidenziato dal tema del performance management, che passa dall’essere prevalentemente un processo top-down annuale all’attuale orientamento  di feedback continui.  Altrettanto significativo diventa il tema della gestione del talento, che passa dall’essere un concetto elitario ad un concetto diffuso. Si parla infatti oggi di “Talentsumer”, cioè di una generazione che ricerca ambienti di lavoro sfidanti, fonte di apprendimento continuo, sensibile al benessere e al bilanciamento tra vita personale e professionale e dal lato organizzazione di una progressiva attenzione verso la valorizzazione dei talenti  specifici di ogni singolo dipendente.

Ancora altri sono stati i temi toccati durante l’evento Total Reward Trends e di questi daremo conto nei prossimi articoli che li approfondiranno.

Risulta evidente una contaminazione circolare tra aziende e lavoratori, in cui è difficile individuare l’inizio di un processo, che è destinato ad ulteriori mutamenti sotto la spinta continua delle sollecitazioni contestuali.

L’appuntamento di Roma permetterà  di avvicinare, attraverso i dati delle ricerche OD&M, questi mutamenti, nazionali ed internazionali per prepararsi alle nuove sfide che sono già di adesso.

Clicca qui per iscriverti gratuitamente all’evento di Roma

error

Condividi Hr Link

OK