Il valore del cinema e dello storytelling per l’impresa

Intervista ad Andrea Jublin: regista, sceneggiatore e formatore che, con Prodigious (Publicis Groupe), ha tenuto una lectio nel corso dell’evento People at work, promosso da Hr-Link. “Comunicare è fondamentale per tutti: la narrazione cinematografica è lo strumento che ci insegna a farlo bene. Film come Pulp Fiction ne sono un esempio”.

Andrea-Jublin

Andrea Jublin, regista, sceneggiatore e formatore, è stato uno dei protagonisti di People at work, evento promosso da Hr-Link e rivolto alla community hr. Nel corso dell’evento ha tenuto una lectio intitolata: “Dalla formazione all’engagement. La narrazione cinematografica come strumento di storytelling”. Jublin da anni svolge attività di formazione per le imprese su alcuni ambiti della comunicazione, come storytelling, narrazione cinematografica, public speaking.

Perché la narrazione è importante per l’impresa?

Lo storytelling è uno strumento molto efficace, ormai imprescindibile per la comunicazione di un’azienda. Che si tratti di comunicare all’esterno o all’interno, di vendere un prodotto, di veicolare senso di appartenenza, di raccontare un brand, è sempre più difficile rinunciare alla tecnica di pensare, costruire e raccontare storie.

Però non parliamo di narrazione in generale, ma di narrazione cinematografica. Qual è la specificità?

Prima di tutto usiamo il cinema per spiegare come fare storytelling perché è molto divertente e coinvolgente. E poi perché i film racchiudono straordinari insegnamenti di comunicazione. Per questa ragione guardiamo e analizziamo scene e spezzoni per rintracciare i principi base cui si deve informare una buona narrazione se vuole essere tale.

Qual è il principale contributo del cinema alla comunicazione? Come aiuta chi deve imparare a comunicare bene?

Per riuscire a raccontare una storia cinematografica occorre una profonda conoscenza delle regole della comunicazione. Principalmente perché un film deve, prima di tutto, emozionare e tenere desta l’attenzione per almeno un’ora e mezza. E queste regole, questi principi che desumiamo dal cinema, sono gli stessi che è bene seguire se si vuole comunicare efficacemente dentro o fuori l’azienda. Perché, in fin dei conti, si tratta di comunicazione diretta a degli esseri umani.

Vale lo stesso discorso per i corsi che tenete di public speaking?

Certo. Per quanto strano possa sembrare, non c’è grande distanza tra le tecniche utilizzate da un attore che deve recitare un monologo e un dirigente che deve fare una presentazione in PowerPoint.

Un esempio concreto?

Pulp Fiction. La scena in cui John Travolta “pugnala” al petto, con una siringa di adrenalina, Uma Thurman. Non è solo una scena emozionante e divertente ma anche tecnicamente perfetta. Uno dei capisaldi della buona comunicazione è ragionare per opposti: all’inizio della scena Travolta è disperato perché se Mia muore muore anche lui essendo quello che avrebbe dovuto prendersi cura della moglie del boss Marsellus Wallace. Ma pochissimo dopo, alla fine della stessa scena, è l’opposto. E’ felice perchè è riuscito a riportare in vita Mia. Tarantino è un maestro ma tutti i bravi registi adottano gli stessi canoni: lavorare con gli opposti, il conflitto, quello che gli sceneggiatori chiamano “i più e i meno”, sono una delle regole fondamentali della buona narrazione. Mutatis mutandis, riportando questi aspetti nella comunicazione aziendale, se presento un business plan con una voce monotona, senza “i più e i meno”, senza scarti tonali, senza variazioni di ritmo e di tono in quello che dico, il rischio di annoiare il pubblico o di non farmi capire è molto elevato. E aumenteranno quelli che, nel pubblico, inizieranno a smanettare su telefonini.

Imparare a comunicare attraverso lo storytelling è utile a tutte le aziende o è un qualcosa di adatto solo alle grandi imprese?

I corsi di storytelling e public speaking attraverso la narrazione cinematografica che, insieme a Prodigious, proponiamo, sono diretti sia alle grandi imprese sia a quelle piccole. Perché migliorare la comunicazione porta vantaggi a prescindere dalle dimensioni dell’organizzazione.

Condividi questo post

Condividi Hr Link