Nuova nomina in Tim: Riccardo Meloni a capo delle risorse umane

Dal 16 Marzo Riccardo Meloni ha assunto il ruolo di responsabile Human Resources & Organizational Development di TIM. Lo attendono grandi sfide.

Riccardo Meloni responsabile Risorse Umane TIM

Una nomina che non era stata ancora annunciata quando, il 13 Febbraio, HR-Link ha pubblicato la sua annuale indagine sulle posizioni più prestigiose delle direzioni HR e i nomi di coloro che le occupano.

Una storia professionale ed una carriera, quella di Riccardo Meloni che è iniziata proprio nel gruppo Telecom dove ha rivestito diversi ruoli  relativi al personale, spaziando dalla formazione, alle relazioni sindacali alla gestione e amministrazione del personale, nell’arco di una decina di anni.

Dopo questa esperienza Riccardo Meloni ha lavorato per altre importanti aziende quali Enel, Finmeccanica, e l’ultimo suo incarico come direttore delle Risorse Umane e Organizzazione, prima della sua nomina in TIM, è stato presso Leonardo, Ex Finmeccanica.

Oltre agli incarichi prestigiosi nelle grandi aziende Meloni si è dedicato anche all’insegnamento. E’ stata sua infatti la cattedra di Sistemi Organizzativi Avanzati del corso Laurea Magistrale della Facoltà di Economia dell’Università Luiss dal 2006 al 2008.

Il ruolo che Riccardo Meloni è andato a ricoprire presso TIM, è stato rivestito sino alla sua nomina, ad interim, di Agostino Nuzzolo che potrà così ora dedicarsi completamente al suo incarico  relativo agli   Affari Legali.

Il nuovo Responsabile Human Resources & Organizational Development è arrivato in azienda in concomitanza con alcune situazioni piuttosto critiche. Meloni ha dovuto sin da subito affrontare la situazione spinosa  degli esuberi di Tim, per cui  sta contrattando con i sindacati un piano di uscita per un numero considerevole di persone:  si parla di un totale che potrebbe oscillare tra i 6500 e 7500.

Il tutto avviene presenza di un’altra situazione altrettanto critica: l’assemblea degli azionisti  per la nomina del nuovo consiglio che si sarebbe dovuta tenere il 26 aprile, è stata spostata al 6 maggio a seguito della manovra messa in atto da Vivendi, che ha fatto dimettere i propri consiglieri per contrastare le strategia del fondo USA Elliot.

Grandi sfide quindi attendo Riccardo Meloni in questo clima di “battaglia” dagli esiti ancora imprevedibili.

Condividi questo post

Condividi Hr Link