Wellbeing Organizzativo: come valutarlo con la Company Energy Matrix

Lo Wellbeing Organizzativo è uno dei temi che dovrebbe essere sempre più all’attenzione delle aziende e in particolare degli HR manager. Il rapporto di OD&M Consulting dimostra, dati alla mano, quanti e quali sono i benefici che le aziende ne possono trarre e propone uno strumento per valutare il benessere dell’organizzazione.

Wellbeing organizzativo

Lo wellbeing organizzativo è uno dei temi che dovrebbe essere sempre più all’attenzione delle aziende e in particolare degli HR manager. Usiamo il condizionale perché i risultati dell’indagine svolta da OD&M Consulting, e presentata a novembre nell’abito dell’evento Total Reward Trends, ha rilevato che c’è ancora scarsa sensibilità verso questo tema da parte delle aziende.

Eppure benessere organizzativo e benessere individuale sono strettamente legati e le politiche di gestione del personale dovrebbero monitorare costantemente questo indice da cui dipendono a cascata molti fattori quali:

  • attraction
  • retention
  • engagement
  • diminuzione dell’assenteismo
  • diminuzione delle giornate di assenza per malattia
  • aumento della proattività e produttività

Solo per citarne alcuni.

 

Il rapporto sul Welfare e il Wellbeing di OD&M Consulting

I dati sono analizzati all’interno del Rapporto “4°Rapporto Welfare – 1°Rapporto Wellbeing” di OD&M Consulting e sono stati raccolti attraverso due web survey:

  1. una B2B con il coinvolgimento di 150 imprese
  2. una B2C con il coinvolgimento di un campione rappresentativo di 500 lavoratori

Gli elementi analizzati rispetto al wellbeing sono i seguenti:

  • livello di benessere delle persone
  • livello di clima e di engagement nell’azienda
  • impatto del livello di wellbeing delle persone su quello dell’azienda
  • i servizi offerti dalle aziende sui temi del benessere

Partiamo innanzitutto dalla definizione di wellbeing

“Il WELLBEING è lo stato di benessere nel quale l’individuo è in grado di sfruttare al meglio le sue capacità cognitive ed emozionali, esercitando la propria funzione all’interno della sfera professionale e privata, rispondendo alle esigenze quotidiane della vita, stabilendo relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipando costruttivamente ai mutamenti del contesto in cui è inserito.”

I dati raccolti mostrano la diretta corrispondenza tra  livello di wellbeing individuale e  di engagement. L’analisi ha infatti dimostrato che chi ha un livello di people wellbeing adeguato (>50%), tende ad avere anche un indice di engagement nei confronti della propria azienda (Organization Wellbeing Index) più elevato (7 punti percentuali in più rispetto a chi non ce l’ha). Tra le stesse persone si registra un livello di fiducia maggiore nei confronti dell’azienda (quasi 13 punti percentuali in più rispetto a chi ha un indice di People Wellbeing più basso). Tra chi ha un piano di welfare l’indice di gradimento aumenta di 9,5 punti. Tra persone che hanno un livello di wellbeing adeguato, che hanno fiducia nell’organizzazione e ai quali è offerto un piano di welfare che risponde ai loro bisogni, l’indice di gradimento nei confronti della propria azienda si alza di 19,5 punti percentuali rispetto a chi non presenta queste caratteristiche. I risultati confermano quindi che lavorare sul wellbeing delle persone e offrire servizi che rispondono ai loro bisogni aumenta il livello di fiducia delle persone nella propria organizzazione, aumenta il clima in azienda e il livello di energia apportato da ciascuno per il successo dell’organizzazione.

Wellbeing organizzativo

Di questo argomento ci siamo occupati anche in altri  nostri articoli in cui Simonetta Cavasin, Amministratore Delegato di OD&M Consulting, ci ha spiegato diffusamente i risultati delle ricerche fatte dalla sua azienda.

 

La Company Energy Matrix

La Company Energy Matrix  è lo strumento elaborato  da OD&M Consulting con lo  scopo di misurare il livello di benessere  nell’individuo e nell’organizzazione per giungere ad un check-up “energetico” dell’azienda.

Nasce dall’incrocio di

  • ORGANIZATION WELLBEING INDEX
  • PEOPLE WELLBEING INDEX
Wellbeing organizzativo indici

Organization Wellbeing Index

Misura il livello di benessere dell’azienda e si basa su 7  dimensioni:

  1. management e leadership:
  2. sviluppo professionale:
  3. qualità della vita lavorativa
  4. comunicazione
  5. identità e valori
  6. organizzazione del lavoro
  7. valutazione e reward

Altri elementi che possono essere misurati da questo strumento sono

  • la fiducia rispetto ai colleghi, al responsabile diretto, al top management e all’organizzazione come sistema
  •  la consapevolezza e l’approccio al cambiamento.

 

People Wellbeing Index

Misura il benessere individuale sulla base di quattro dimensioni:

  1. psicologica
  2. fisica
  3. relazionale
  4. valoriale

L’incrocio dell’Organizational Wellbeing Index e del People Wellbeing Index permette di clusterizzare la popolazione aziendale all’interno di una matrice che traccia un identikit energetico dell’azienda  in base al quale approntare un programma di intervento per migliorare il clima interno sino a portare il livello di benessere organizzativo ai termini più utili ai fini del buon funzionamento del sistema in  tutte le sue parti.

Uno strumento quindi molto snello e concreto, che permette di  monitorare lo stato di salute dell’organizzazione e le azioni più opportune.

Di seguito alcune testimonianze dei partecipanti all’evento Total Reward Trends  2017: Cinzia Grimaudo, HR Business Partner di Esprinet, e Dania Lombardi, HR Manager  di  Mitsubishi Electric Europe BV.

error

Condividi Hr Link

OK