Come farsi assumere in una startup?

Sembra più difficile che farsi assumere in un’azienda tradizionale eppure, per lavorare in una start up, sembra servire un solo ingrediente fondamentale: la Curiosità.
Parola di Stewart Butterfield, imprenditore canadese.

Ad oggi, le start up tecnologiche che riescono a raggiungere un valore superiore a 1 miliardo di dollari sono rarissime, tanto che sono definite «unicorni». Sono rare ma in aumento, soprattutto nella Vecchia Europa. Se quindi si è così fortunati da essere invitati ad un colloquio per una startup, magari per un unicorno, cosa bisogna aspettarsi? Come bisogna prepararsi?

La pressione psicologica è tanta, visto e considerato che spesso ad esaminarci c’è l’Amministratore Delegato in persona. Stewart Butterfield, imprenditore e cofondatore del celebre Flickr ed ora Amministratore Delegato di Slack, ha raccontato al New York Times il suo “approccio” per scegliere il candidato giusto ad un colloquio di lavoro. In pratica, il candidato deve rispondere a tre domande ( sarà davvero cosi?): una di storia, una di geografia e una di matematica.

Ecco le tre domande che Butterfield pone ai candidati:

1. Quanto fa 3 x 17?

2. Dimmi tre Paesi dell’Africa

3. In quale secolo scoppiò la Rivoluzione francese? 

Provate a rispondere! Assunti tutti? Sorpresi dalla… semplicità?
Ma qual è la logica dietro a queste richieste?

Tralasciamo ogni commento sulla veridicità, semplificazione, perfino sulla banalizzazione di questo approccio per fare una riflessione e chiediamoci:  cosa può esserci dietro queste linee guida nella ricerca di una buona “risorsa” per una start up?
Butterfield aggiunge: «non mi aspetto necessariamente delle risposte giuste dai candidati, voglio solo che siano curiosi del mondo». Qui sta forse la spiegazione di tutto.

Il vero “requisito chiave” è la Curiosità.
Curiosità per il mondo, per le persone, per le scienze ma anche… per la Storia, per quel filo rosso che, dal passato, ci ha portato fino ai nostri giorni. E che ha molto senso conoscere e capire.
Dunque, una Curiosità con la C maiuscola che sta alla base di un atteggiamento mentale vincente: approfondire, comprendere a tutto tondo, inventare, creare, trovare nuove soluzioni, uscire dagli schemi. E, magari, appassionarsi per il proprio lavoro.

Questo pare che serva oggi, e non solo alle start up

error

Condividi Hr Link

OK