Giri di poltrone, nuova nomina in Eric Salmon & Partners

Simonetta Cavasin, già amministratore delegato di OD&M Consulting, entra nel team della società di executive search Eric Salmon & Partners

direzioni hr 2018

Novità nel mondo dell’head hunting: Simonetta Cavasin entra nel team dei consulenti di Eric Salmon & Partners, società di executive search da oltre 25 anni attiva in Italia. Cavasin  valorizzerà le competenze sviluppate negli ultimi anni come consulente a supporto della media e grande impresa italiana per la realizzazione di progetti di organization design, succession planning, reward strategy e performance management.

Simonetta Cavasin è stata responsabile delle Risorse umane di Autogrill Italia negli anni ‘90. Nel 2001 approda come Hr Director in Sapient Group; nel 2002 in Towers Perrin (ora Willis Towers Watson) come Senior Consultant e successivamente Practice Leader. Nel 2010 entra in Gi Group, multinazionale del lavoro italiana, come General Manager e poi amministratore delegato di OD&M Consulting, la società di Hr consulting del Gruppo.

Giri di poltrone, le novità del primo semestre 2018

Le nomine alle direzioni HR delle principali aziende italiane che hanno caratterizzato i primi 6 mesi del 2018. In Unicredit debutta la figura del disability manager

Dall’introduzione del Disability Manager in Unicredit – al momento un unicum nel settore bancario – alla nomina di Riccardo Meloni come responsabile Human Resources & Organizational Development di Tim, alla designazione a capo delle risorse umane di Enav Cesare Stefano Ranieri.

Nei primi sei mesi del 2018 sono state tante le novità che hanno riguardato le direzioni HR delle principali aziende italiane.

Tra le più importanti e innovative c’è sicuramente l’introduzione in Unicredit, prima banca italiana a farlo, della figura del Disability Manager. Si tratta di Francesca Bonsi Magnoni, dipendente del Gruppo dal 1990 e dal 2016 nella struttura Welfare e People Care della Divisione Human Capital. Suo compito sarà quello, tra l’altro, di supportare i colleghi disabili durante la loro vita lavorativa e di proporre iniziative e percorsi di inclusione che favoriscano l’accessibilità in tutte le sue forme e a tutti i livelli. Il disability manager sarà affiancato da un Osservatorio paritetico sulla disabilità, composto da azienda e sindacato. Queste novità rientrano nelle misure previste dalla Dichiarazione congiunta sul work life balance siglata a novembre dal Gruppo Unicredit e dal comitato aziendale europeo.

Tra le nomine più significative del 2018 c’è sicuramente quella di Riccardo Meloni alla guida delle risorse umane di Tim. Meloni, che ha anche la responsabilità della guida dell’organizational development, appena nominato si è trovato a dover gestire il nodo degli oltre 4 mila esuberi, poi rientrati grazie all’utilizzo di strumenti volontari di uscita. Meloni ha iniziato la sua carriera proprio in Telecom Italia prima di passare a Wind e a Leonardo, ex Finmeccanica.

Si è affidata, invece, a Cesare Stefano Ranieri l’Enav, l’Ente nazionale di assistenza al volo che gestisce il traffico aereo in Italia con 4200 dipendenti. Ranieri, con un‘esperienza trentennale nel settore delle risorse umane (in General Electric, Indesit e Terna) si trova a dover affrontare due sfide importanti: il rinnovo del contratto di lavoro e l’attuazione di un piano industriale con un investimento di 650 milioni di euro nei prossimi 5 anni in tecnologie e risorse umane.

Mc Donald’s Italia ha scelto come nuovo Chief People Officer Massimiliano Maffioli, che ha maturato esperienze nella gestione delle risorse umane in Italia e all’estero. A lui il compito di gestire sia lo staff di sede sia quello della rete di ristoranti (560 in tutto il territorio nazionale).

Infine, a maggio è entrata a far parte del team executive di Getronics, Deborah Exell in qualità di Global Head of Human Capital & Change.

error

Condividi Hr Link

OK